L’importanza della concimazione organica di S. Martemucci

La progressiva semplificazione nella modalità di gestione dei terreni agricoli – dovuta alle eccessive lavorazioni, all’utilizzo esclusivo dei concimi minerali e all’uso non corretto dell’irrigazione – ha condotto al declino generalizzato della qualità dei suoli, in particolare del loro contenuto di Carbonio.

Èdunque indispensabile tornare ad adottare una gestione accurata dei suoli agrari, incrementandone il tenore in sostanza organica, risorsa fondamentale per accrescerne la fertilità e aumentarne la produttività.

Per far questo è molto utile utilizzare concimi organici e ammendanti che, oltre a favorire l’incremento di carbonio nel suolo, fungono anche da correttivi del pH, garantendo al terreno e alle colture un equilibrato apporto nutrizionale.

Razionalizzare il piano di concimazione attraverso l’uso di prodotti organici significa ridurre drasticamente l’apporto di concimi minerali nel terreno.

Da un punto di vista microbiologico, l’utilizzo di fertilizzanti organici favorisce inoltre una maggiore complessità genetica, funzionale e metabolica della microflora del suolo.

Ciò si traduce in ulteriori benefici legati al ruolo svolto dai microrganismi, che regolano la disponibilità e il riciclo degli elementi nutritivi utili alla crescita delle piante.

I concimi organici, inoltre, forniscono alle colture sali minerali, micro e macro-elementi essenziali, e permettono ai suoli di rigenerare costantemente il proprio potenziale qualitativo e produttivo, divenendo dimora ospitale e redditizia per gli alimenti che arrivano sulle nostre tavole come portatori sani di genuinità, gusto e tradizioni autentiche.

Aggiungi il tuo commento

BIO ALLEVA © 2021. All rights reserved.